maggio, 2020

20mag(mag 20)00:0030giu(giu 30)00:00Bando "Safe working": contributi a fondo perduto per le imprese

Di più

Dettagli

“Fase 2”: bandi a sostegno delle imprese

Per aiutare le imprese a riaprire in sicurezza durante la “Fase 2” e accompagnarle nel percorso di ripresa, Regione Lombardia ha approvato importanti misure di sostegno alle MPMI mettendo a disposizione un ingente quantitativo di risorse.

Nella fase di riapertura, infatti, le imprese lombarde dovranno affrontare gli investimenti necessari per adeguarsi ai livelli di sicurezza indicati nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, che è parte integrante del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 (allegato n. 6).

La sicurezza sanitaria, la sostenibilità, la produttività industriale e il rilancio delle attività economiche nel contesto urbano sono leve di particolare importanza strategica, sulle quali Regione Lombardia ha approvato le linee di intervento. La prima ad essere pubblicata riguarda la sicurezza.

Bando “safe working – Io riapro sicuro”

Questa misura mette a disposizione contributi a fondo perduto per interventi strutturali riguardanti la sicurezza sanitaria, con l’obiettivo di consentire l’adozione delle misure necessarie a garantire la ripresa dell’attività di impresa mantenendo in sicurezza lavoratori, fornitori e clienti. È finalizzata a sostenere le micro e piccole imprese lombarde che sono state oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza all’emergenza epidemiologica da Covid-19 o che hanno deciso di introdurre il lavoro agile per tutti i dipendenti, pur rientrando tra le attività consentite, e operano nei settori:

  • commercio al dettaglio,
  • pubblici esercizi (bar e ristoranti),
  • artigianato,
  • manifatturiero,
  • edilizia
  • servizi
  • istruzione
  • sport

Contributi a fondo perduto per quasi 20 milioni

La dotazione finanziaria complessiva di “Safe Working – Io Riapro Sicuro” ammonta a circa 19,1 milioni di euro. Saranno ammissibili le spese sostenute a far data dal DPCM del 22 marzo 2020 riferite a:

  • macchinari per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali;
  • strumenti di aerazione;
  • strumenti di igienizzazione per i clienti/utenti;
  • interventi strutturali o temporanei nonché arredi necessari a garantire il rispetto delle misure di distanziamento sociale;
  • acquisto di prestazioni e/o strumenti relativi al monitoraggio e controllo dell’affollamento dei locali;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale;
  • acquisto di strumenti per la misurazione della temperatura corporea a distanza;
  • sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali;
  • strumenti di comunicazione (segnaletica);
  • interventi formativi sulle prescrizioni e sui protocolli da adottare nell’esercizio dell’attività.

Il bando per richiedere i contributi con indicazione della data di apertura dello sportello per la presentazione delle domande verrà pubblicato entro il 20 maggio.

Per partecipare contatta l’ufficio bandi Confcommercio

Per ogni informazione e per istruire la pratica contatta l’ufficio Bandi di Confcommercio Cremona (ref. Oriele Segala –  0372 567639 – segreteria@confcommerciocremona.it)

Orario

Maggio 20 (Mercoledì) 00:00 - Giugno 30 (Martedì) 00:00

Rispondi

Copyright © Confcommercio Cremona | Designed with ♥ by
Privacy Policy
X