“We Love Moms”: rete di imprese amiche di mamme e bambini

Progetto del Gruppo Giovani Confcommercio

Negozi e pubblici esercizi di Cremona, grazie a un progetto realizzato dal Gruppo Giovani Confcommercio, in collaborazione con Botteghe del Centro, Fipe e Federmoda, si mettono in rete per agevolare la quotidianità delle mamme e dei loro bambini. Il primo step è la creazione di un circuito di attività “amiche dell’allattamento”. Il progetto è stato presentato, a Palazzo Vidoni, dal presidente degli under 40 Davide Garufi, dal segretario generale Paolo Regina, da Emiliano Bruno, che guida la federazione dei pubblici esercizi a cui si sono aggiunti Daniele Pallavicini (presidente giovani imprenditori Genova), Marina Porotto (presidente giovani Fipe Liguria), Francesca D’Alessandro e Elena Menichini (rispettivamente cofondatrice e membro del direttivo di We Love Moms).

Garufi: “Orgogliosi di essere una tra le prime città ad aderire a questa bella iniziativa”

“Vogliamo offrire un collegamento diretto tra ciò che il territorio offre e ciò di cui una mamma ha bisogno. –  ha introdotto Davide Garufi – Il progetto pilota è stato realizzato a Genova, con la volontà di estenderlo in tutta Italia. Cremona è una delle prime città capoluogo ad essere stata coinvolta. Siamo orgogliosi di questo traguardo. Già nei prossimi giorni predisporremo l’elenco delle attività che aderiscono. Inoltre saranno riconoscibili da una vetrofania”.

Una occasione di promozione anche per le imprese che aderiscono

Poi lancia un appello alle imprese che non hanno ancora aderito. “La nostra iniziativa chiede, semplicemente, di individuare all’interno di ogni locale un piccolo angolo ove allattare il proprio bimbo. Precisiamo che è sufficiente accogliere le mamme riservando loro un semplice posto a sedere in una zona del locale leggermente appartata. Le aziende aderenti saranno inserite sul portale www.welovemoms.net dunque questo servizio per essere anche una occasione di promozione della propria impresa”.

Bruno: “Mettere al centro le esigenze delle persone”

“Mettere al centro le persone, le loro esigenze, le loro attese – conferma anche Emiliano Bruno, presidente Fipe – è la mission di ciascuno dei nostri imprenditori. Questo progetto ci aiuta a rendere più evidente il nostro impegno per fare in modo che il centro sia un luogo di relazioni, per valorizzare un rapporto umano con i nostri clienti, per promuovere la città”.

Pallavicini “messaggio di forte inclusione sociale”

Valori ribaditi anche da Daniele Pallavicini. “Abbiamo aderito al progetto “we love moms” con entusiasmo. L’iniziativa si sposa alla perfezione con la tendenza di elevare la qualità delle imprese offrendo maggiori servizi ai clienti. Ci ha fatto molto piacere come Associazione e come Gruppo Giovani Imprenditori essere parte attiva di un progetto con un messaggio tanto positivo quanto potente di forte inclusione sociale”.

D’Alessandro e Menichini: “Importante unire le forze”

“Il portale “we love moms” – concludono Francesca D’Alessandro e Elena Menichini –  nasce per fare rete, per unire le forze, per rendere – tutti insieme –  una città più accogliente e attenta alle esigenze del prossimo”.

“We Love Moms”: rete di imprese amiche di mamme e bambini