Sport, inclusione e integrazione – incontro in Confcommercio

In collaborazione con ASC Cremona

Lo sport può essere strumento di integrazione e inclusione. Se ne parla, venerdì mattina (10 giugno, ore 11), a Palazzo Vidoni, in un incontro promosso da Confcommercio e ASC Cremona, Ente per la Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni. L’evento è patrocinato dall’Oinp. Lo Sport (soprattutto se partecipato attivamente) e sociale sono un binomio vincente. Intervengono, nel dibattito, dopo i saluti dei promotori, Elena Marzorati, direttrice nazionale Oinp, Alceste Bertoletti, cofondatore della squadra di tennis in carrozzina della Canottieri Baldesio e team manager, Giuseppe Bresciani, delegato CIP Cremona, l’atleta paralimpica Chiara Pedroni, il presidente della Sansebasket Asd, Antonio Cigoli, socio Associazione Baskin, Pier Antonio Rossetti, coordinatore AIAS Lombardia e Silvia Lolli, autrice del volume “Donne e sport. Analisi di genere continua”. A moderare l’incontro è Katia Arrighi, consigliere nazionale del Comitato Italiano Paralimpico, già premiata con la Stella d’oro dirigenti dal Coni nel 2021.

Anceschi: “Lo sport è momento centrale nella vita sociale”

“Questo incontro vuole essere un primo passo di una collaborazione più intensa con ASC – introduce il direttore generale di Confcommercio Stefano Anceschi – Lo sport, sempre più, è chiamato a ricoprire un ruolo determinante nella nostra cultura, nella vita sociale, proprio per i valori di cui è portatore e per la sua funzione educativa. Qualunque disciplina, se affrontata in modo corretto, riesce ad avere effetti positivi non solo nell’ambito fisico e psicologico, ma aiuta anche sui fronti della integrazione, dell’inclusione e il rispetto per il prossimo e per le culture diverse. Le Asd e tutte le realtà di promozione dello sport hanno un valore strategico nella crescita sociale e civile. È un patrimonio prezioso che, come Confcommercio, vogliamo contribuire a valorizzare”.
Cremona è una città ricca di progetti avanzati legati allo sport. Ne porteranno una testimonianza tangibile i relatori del convegno: che spazieranno dal baskin al tennis in carrozzina. Assolutamente particolare, ma di strettissima attualità la declinazione del tema che offrirà Silvia Lolli: un’analisi di genere sul rapporto Donne e Sport, privilegiando il punto di vista delle atlete e le loro esperienze soggettive, per valorizzarne la specificità e attribuire loro il giusto rilievo nella società.
La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Rispondi