Bonus Tv per famiglie con reddito ISEE fino a 20.000 euro

Nella Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto interministeriale MISE–MEF, in cui si stabilisce che viene riconosciuto un contributo per l’acquisto di un apparecchio televisivo che incorpori la tecnologia DVB-T2 con codifica HEVC main 10 ai nuclei familiari per i quali il valore ISEE non è superiore ai 20.000 euro. Il contributo, fino a 50 euro, viene concesso come sconto, praticato dal venditore, sull’acquisto degli apparecchi.
I venditori degli apparecchi – compresi coloro che vendono in Italia tramite commercio elettronico – dal 3 dicembre scorso, devono registrarsi, tramite un servizio telematico messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (piattaforma “Bonus TV”) accessibile dall’area autenticata del suo sito internet, secondo le modalità indicate dal Vademecum del MISE che dà precise istruzioni anche sulle procedure da seguire per applicare lo sconto.
In sintesi, il commerciante dovrà trasmettere il proprio codice fiscale, il codice fiscale del consumatore e gli estremi del suo documento d’identità, i dati identificativi dell’apparecchio venduto e il prezzo finale di vendita, IVA compresa, l’ammontare dello sconto da applicare, pari a 50 euro o inferiore se il prezzo finale è inferiore.
I produttori di TV e decoder ammessi al contributo dovranno comunicare al MISE i prodotti che possiedono le caratteristiche tecniche richieste dal decreto.
La tecnologia DVB-T2/HEVC soppianterà l’attuale tecnologia trasmissiva al fine di rendere disponibile, per la banda larga mobile, le frequenze a 700 MHz (694 – 790 MHz).

La transizione sarà completata entro il 30 giugno 2022; dopo quella data non sarà più possibile vedere/ricevere i programmi con le vecchie tecnologie.

Rispondi