Bonus TV 5G e indicazioni per i rivenditori

Norma della Finanziaria 2018

La Finanziaria 2018 ha introdotto il c.d. “Bonus TV 5G” collegato all’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con le nuove tecnologie trasmissive DVB-T2 / HEVC.

Il bonus in esame:

  • è riconosciuto dal rivenditore all’acquirente sotto forma di sconto per un importo fino a € 50;
  • è recuperato dal rivenditore mediante un credito d’imposta utilizzabile in compensazione tramite il mod. F24.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo (6912) da indicare nel mod. F24.

Ricordiamo che per ottenere il “bonus TV 5G”, l’acquirente deve presentare al rivenditore una specifica richiesta contenente, tra l’altro, la dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa ai sensi del DPR n. 445/2000 riferita al fatto che:

  • il valore dell’ISEE relativo al nucleo familiare di appartenenza non è superiore € 20.000;
  • i componenti del nucleo familiare non hanno già fruito del contributo.

Il rivenditore:

  • deve registrarsi, a decorrere dal 3.12.2019, sulla piattaforma telematica resa disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate;
  • invia, a pena di inammissibilità, tramite la predetta piattaforma telematica, una comunicazione contenente una serie di dati (ad esempio codice fiscale del rivenditore).

Lo sconto in esame è rimborsato al rivenditore sotto forma di credito d’imposta.

Rispondi