L’ITC in Lombardia – convegno al CRIT

Martedì 7 giugno, allora 10,30

“L’ITC in Lombardia fa tappa a Cremona”, è il convegno che Confcommercio e Crit organizzano, presso il polo per la “Crescita, Relazione e Innovazione Territorio”, martedì 7 giugno (alle ore 10,30) con l’obiettivo di presentare i risultati della indagine dedicata al comparto e curata da Assintel. Dati che serviranno per una riflessione sui numeri di un settore in rapidissima espansione, ma anche per confrontarsi sugli scenari di mercato, sulle opportunità e sui trend digitali.

Lombardia leader in Italia per investimenti nell’innovazione

“Ogni impresa lombarda investe in media 12.200 euro l’anno in Innovazione, il 36% in più rispetto alla media delle altre regioni. – spiga il direttore nazionale Assintel Andrea Ardizzone, che sarà tra i relatori di Cremona – Il nostro è un settore strategico, per il contributo diretto che dà al pil e alla occupazione regionale ma anche perché aiuta a crescere tutta l’economia”.
“Confcommercio Cremona guarda con interesse alle imprese dell’ITC – conferma il direttore generale Stefano Anceschi – Abbiamo voluto creare, al nostro interno un gruppo specifico per queste attività. Accompagnare le imprese in una transizione verso il Terziario 4.0 è uno dei cardini della nostra associazione Pensiamo che per affrontare il futuro occorra saper valorizzare identità e tradizione ma anche poter rispondere alle esigenze di un mercato e una società che, attraverso il digitale, hanno subito, in un tempo brevissimo, una vera e propria rivoluzione”.

Ghisolfi: “In Confcommercio un gruppo dedicato all’Innovazione”

“Oggi molte attività del comparto lavorano in modo del tutto autonomo – rilancia Deborah Ghisolfi, presidente provinciale del Gruppo innovazione Confcommercio – Invece creare una rete, collaborare, sviluppare buone prassi è una opportunità per tutto il territorio. Abbiamo voluto questo convegno proprio per conoscersi e condividere esperienze diverse. Se anche intendiamo in maniera stretta il concetto di ITC, nella sola provincia di Cremona, ci sono circa duecento realtà economiche. Un patrimonio importantissimo e una leva di sviluppo strategica che, come Confcommercio vogliamo promuovere e mettere al servizio della comunità”.
Ugualmente importanti i numeri della Lombardia, come anticipa lo stesso Ardizzone. “Il mercato ICT lombardo è il primo in Italia: le quasi 700.000 aziende lombarde hanno investito nel 2021 oltre 8 miliardi e 500 milioni di euro nella transizione digitale, che corrispondono al 25% dell’intero mercato nazionale”.

Massoletti: “Sosteniamo modelli di business al passo con i tempi”

“La digitalizzazione è diventata ancora più essenziale durante questi due anni di pandemia, permettendo alle imprese di sviluppare modelli innovativi di vendita e di promozione – commenta il Vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia Carlo Massoletti – Da una crisi nasce così l’opportunità di una tecnologia più orizzontale, accessibile a più imprese e non più appannaggio di pochi player strutturati. L’utilizzo della rete, elemento fondamentale per il terziario, anche in ottica di internazionalizzazione, di matching e organizzazione di fiere virtuali, non è da considerarsi in antitesi alla vendita fisica, bensì un elemento di completamento per lo sviluppo di un modello di business al passo con i tempi”.
In Lombardia, poi, l’innovazione è sostenuta anche da Regione e Unioncamere, attraverso una importante strategia sui bandi che permettono di accedere a risorse e contributi a fondo perduto.

Anceschi: “Filiera per accompagnare le imprese verso il futuro”

“Abbiamo realizzato una vera filiera di servizi – continua Anceschi – per accompagnare le imprese in questo percorso. La conoscenza può essere un catalizzatore straordinario per la transizione. Crediamo che anche mettere insieme chi fa innovazione sia importante per stimolare un clima di apertura e di fiducia nelle opportunità dell’ITC e in un futuro che va costruito adesso”.
La conferma arriva anche da Ardizzone. “Sul podio degli investimenti 2022 – spiega -, per oltre il 60% delle imprese della Lombardia vi sarà la creazione attraverso il digitale di nuovi modelli di relazione ed engagement con i clienti. Al secondo posto, quasi il 40% delle imprese svilupperà servizi a valore aggiunto sui prodotti venduti. Infine, al terzo posto la creazione di modelli di business improntati alla sostenibilità per un’impresa su tre”.
“In un mondo in rapidissima evoluzione occorre rafforzare, anche nel tessuto delle pmi – -conclude Ghisolfi – la consapevolezza del binomio innovazione/crescita. La capacità di mettersi in gioco per essere artefici del proprio destino è nel DNA delle pmi. Va semplicemente declinata in modo nuovo”.

Partecipazione gratuita, basta registrarsi in Confcommercio

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti. E’ semplicemente richiesto l’accredito attraverso una mail da spedire a cremona@confcommercio.it. Per ogni informazione si può contattare direttamente la Confcommercio (tel. 0372 567611)

Rispondi