“Le invasioni botaniche”: nel week end Cremona diventa un giardino d’autunno

Sabato 18 e domenica 19 settembre torna la rassegna promossa da Botteghe, Confcommercio, SGP Eventi e PubliA.

(da La Provincia del 1 settembre 2021)

Cremona si prepara a diventare un tappeto fiorito per la nona edizione de “Le Invasioni Botaniche” (promossa da Botteghe del Centro e Confcommercio Cremona, Sgp Eventi e PubliA, in collaborazione e con il patrocinio della Amministrazione Comunale e del Duc) in programma sabato 18 e domenica 19 settembre nel centro della città. Dalle 9 alle 19 più di 70 espositori porteranno nel centro della città i profumi, i sapori e i colori dell’autunno. I profumi saranno quelli dei fiori di stagione come settembrini, dalie, viole e ciclamini, che con le loro tonalità calde daranno un’impronta autunnale a balconi e giardini. I sapori saranno quelli della zucca, dei peperoncini, delle spezie, dei frutti di bosco, del miele e del cioccolato. E i colori saranno quelli degli articoli e delle creazioni di alto artigianato con tante proposte dedicate alla casa e al giardino: vasi, mobili vintage, piccolo antiquariato, tessuti e cuscini, ma anche abiti e accessori per la prossima stagione.

Protagonisti profumi, colori e sapori legati dell’autunno

Dalie, zinnie, viole, ciclamini, erica, tagete e settembrini ci porteranno subito nel mood dell’autunno, ma a Le Invasioni Botaniche si potranno trovare tantissime altre piante. Ci saranno le aromatiche da coltivazione biologica, annuali e perenni, che, insieme ai peperoncini, insaporiranno le ricette di fine estate. Si potranno raccogliere in vista della stagione fredda per preparare ottime tisane ed infusi. L’inizio dell’autunno è il momento ideale per piantare bulbi, tuberi e rizomi che, in primavera regaleranno delle bellissime fioriture. Gli stessi bulbi, piantati in un vaso e tenuti in un luogo fresco per un paio di mesi, potranno fiorire nelle case nel periodo delle feste. Ci saranno agrumi, alberi da frutto e meli da fiore, aceri, noci e noccioli e tante piante di frutti di bosco. Non mancheranno le rose, che potranno essere messe subito a dimora in un luogo soleggiato e riparato, e poi potate in primavera. Ci sarà la lavanda, che alla fine della fioritura sarà utile per profumare armadi e cassetti. Sarà presente un vivaio specializzato in tillandsia, una pianta molto particolare, che non ha radici sotterranee e può essere coltivata su ogni tipo di supporto, come pietra o legno. Ci saranno zucche ornamentali, piante grasse e succulente, bonsai e tanti tipi di orchidee. Ci sarà un’invasione di sapori nei Giardini di Piazza Roma con frutta e ortaggi di stagione come uva, fichi, peperoncini e zucche di tutte le varietà. Si potrà fare scorta di conserve di verdura, miele, marmellata, formaggi e salumi. Cioccolato, tè e tisane ci faranno compagnia nelle giornate più fresche, mentre spezie provenienti da ogni parte del mondo riscalderanno le preparazioni autunnali.

70 espositori altamente selezionati

Un punto di forza de Le Invasioni Botaniche è l’alto artigianato, con decine di espositori accuratamente selezionati nel tempo e qualche novità. Ci sarà l’oggettistica da giardino, con vasi, complementi e decorazioni in ferro, i mobili vintage da esterno, il piccolo antiquariato, i tessuti da arredamento. Derivati della lavanda, essenze e saponi naturali per profumare la casa, oggetti in carta, in stoffa e cuscini in fibre naturali. Un artigiano proporrà una gamma completa di coltelli e utensili da cucina. Ci saranno cappelli fioriti, borse in stoffa, abiti per adulti e bambini, bigiotteria e piccola gioielleria. Saranno presenti anche attrezzi per il giardinaggio e la manutenzione del verde come tosaerba, decespugliatori, irrigatori, terriccio, fertilizzanti e antiparassitari.  L’organizzazione ha deciso di non proporre, per questa edizione, attività collaterali e laboratori, per salvaguardare la sicurezza di tutti, ma non mancheranno alcune sorprese. La partecipazione del pubblico sarà, come di consueto, libera e gratuita.

Rispondi