“Gift Card” per rilanciare le imprese del centro di Cremona

Progetto di  Nexus insieme a Botteghe e Confcommercio

Nexus, importante realtà economica della città, insieme a Botteghe del Centro e Confcommercio ha realizzato una “Gift Card” da spendere nei negozi di Cremona e l’ha distribuita a tutti i propri collaboratori. Potranno scegliere – per utilizzare questi buoni acquisto – tra una cinquantina di imprese della città. L’iniziativa è stata presentata, questa mattina, a Palazzo Vidoni, da Michele D’Apolito, in rappresentanza di Nexus, da Eugenio Marchesi per Botteghe del Centro, da Andrea Badioni e Marco Stanga per Confcommercio Cremona.

D’Apolito: “Segno di vicinanza alle imprese”

“Abbiamo voluto dare un segnale di vicinanza in un momento difficile- introduce D’Apolito – In questo modo i premi riconosciuti ai nostri collaboratori assumono un valore ancora più importante perché devono essere utilizzati nelle piccole imprese locali. Realtà che stanno vivendo, anche a causa dell’inadeguatezza dei ristori, un forte disagio. Come Nexus crediamo in Cremona e riconosciamo il contributo che le imprese del terziario quotidianamente assicurano per farla vivere”.

Marchesi: “Progetto che speriamo possa essere replicato anche da altre realtà”

“Insieme a Nexus, cui va il nostro ringraziamento, – rilancia Marchesi – abbiamo realizzato una iniziativa che, speriamo, possa essere condivisa anche da altre realtà. Di fatto abbiamo voluto dare forma ad una “buona prassi” che si fonda sui valori dell’attenzione a Cremona e alle imprese, che sostiene un progetto condiviso di ripartenza”. Una sfida comunque difficile se una impresa su due, in Lombardia, è a rischio di chiusura. “Se la metà delle aziende naviga a vista questo progetto vuole comunque essere una attestazione del valore sociale, ma anche economico e culturale” del commercio di vicinato. Non manca, a dire il vero, qualche segnale di speranza che anche questo progetto delle gift card vuole sostenere.

Stanga: “Rilanciare il centro e rafforzare l’abitudine agli acquisti sotto casa”

“Nonostante il sistema urbano è comunque impoverito dall’assenze di eventi, dalla mancanza del turismo e dall’indebolirsi della leva dei city user legati al lavoro, a causa dello smart working, i dati sulle presenze indicano un cambiamento culturale orientato alla riscoperta i luoghi più tradizionali di incontro all’interno della città. – conferma Marco Stanga – Occorre creare strumenti per rafforzare anche l’abitudine all’acquisto sotto casa. Un tema in piena sintonia con questo progetto legato alla Gift Card”.

Badioni: “Iniziativa che si fonda sui valori della sostenibilità e della solidarietà”

“Quella del rilancio dei nostri centri storici è una sfida che, come Confcommercio, abbiamo messo al centro della nostra comunicazione degli ultimi mesi. – conclude Andrea Badioni – Anche in occasione del Natale, in particolare, abbiamo promosso la campagna “Facciamo rivivere le nostre città. Compra sotto casa”. Gli stessi principi – quelli della sostenibilità e della solidarietà – sono anche alla base dell’iniziativa delle Gift Card. Proprio per questo speriamo che tante altre realtà sappiano seguire l’esempio di Nexus. Insieme possiamo contribuire concretamente al rilancio di Cremona”.

Rispondi