Nicola Oddati ospite di “Giallo a Palazzo”

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 08/04/2019
20:30 - 22:30

Luogo
Palazzo Vidoni, via Manzoni 2, Cremona

Categorie


Lunedì 8 aprile, intervistato da Paolo Regina e Fulvio Stumpo

Confcommercio Cremona e il quotidiano La Provincia hanno il piacere di invitarVi al nuovo appuntamento della rassegna “Giallo a Palazzo”.

Lunedì 8 aprile, ore 20,30
a Palazzo Vidoni,  sede Confcommercio Cremona, via Manzoni, 2 –  Cremona.

Paolo Regina e Fulvio Stumpo incontrano
Nicola Oddati autore de “La trappola del gioco”

Ingresso libero

Nicola Oddati

Nicola Oddati è nato a Salerno nel 1964 e si è laureato in Scienze economiche a Napoli. Militante politico, ha ricoperto diversi incarichi locali e nazionali con la FGCI, la CGIL, il PDS, i DS, il PD. È stato assessore al Comune di Napoli dal 2001 al 2011 con varie deleghe, tra le quali quella alla cultura.
Promotore del Forum Universale delle Culture di Napoli, ne ha presieduto la Fondazione fino al 2011. Animatore e promotore di iniziative culturali in Italia e all’estero, attualmente dirige un centro di studi, ricerche e formazione, insegna Teoria dei giochi e statistica. È consigliere di amministrazione di Scabec (Società Campana Beni culturali). Nel 2012 ha pubblicato con Mondadori – Collana Omnibus, Il teorema della corda. Nel 2015 ha pubblicato con Spazio Cultura Edizioni di Palermo il romanzo Catacatascia.

La trappola del gioco – trama

La città di Napoli sta vivendo il dramma dei rifiuti, che ha risonanza nazionale e internazionale. Improvvisamente, il corpo senza vita di un importante politico, che a lungo si è occupato dei sistemi di smaltimento, viene ritrovato in un sito di stoccaggio di ecoballe. Si tratta di una morte misteriosa, alle cui cause gli stessi medici legali trovano grande difficoltà a risalire. Ancora una volta, come già avvenuto per il “Teorema della corda” (precedente romanzo di Nicola Oddati) il Questore Antonio De Girolamo e la bella magistrata Silvana Budrio decidono di non fare tutto da soli. Si avvalgono della consulenza dell’importante e conosciutissimo avvocato Agatino Dell’Aquila, e del suo giovane amico di origine siciliana, Pietro Maiorana. Maiorana è un professore di matematica presso l’Università Federico II. Il professore Maiorana è reduce da un viaggio in Sicilia dove ha avuto un emozionante incontro con un ascetico frate eremita. Un incontro che gli ha squarciato il velo sui suoi ricordi d’infanzia e sulla sua singolare facoltà di vivere improvvise visioni premonitrici – pone subito la sua razionalità matematica al servizio dell’indagine. La vicenda si complica per ulteriori omicidi. Sono collegati alla continua lotta per il potere combattuta senza esclusione di colpi da personaggi variamente collegati agli eventi delittuosi e per le interferenze di un comitato segreto d’affari di altissimo livello, la cui ombra si proietta su tutta la
penisola. Una storia colma di mistero e di intrighi, di colpi di scena e di tranelli, nella quale il matematico – diviso fra la passione per la musica e il problematico rapporto con Mariko, l’affascinante fidanzata giapponese – raggiungerà la verità grazie alle sue lucidissime intuizioni e alla capacità di ordinare gli eventi secondo una logica stringente, avvalendosi in maniera originale del pensiero di Giordano Bruno e della Teoria dei Giochi di John Nash.

Nicola Oddati ospite di “Giallo a Palazzo”