Da “50&Più Confcommercio” una donazione alla CRI

Consegnata a Palazzo Vidoni

“50&Più”, gruppo degli over cinquanta di Confcommercio Cremona, ha voluto essere vicino alla Croce Rossa Italiana di Cremona e lo ha fatto con una donazione deliberata dal Consiglio Direttivo. Per la consegna si sono ritrovati a Palazzo Vidoni, in sala Guerrini, la presidente della Associazione di volontariato C.R.I. Cremona Loredana Uberti con il referente del telesoccorso Maurizio Favara. Per “50&Più Confcommercio” sono intervenuti la presidente Luisa Torresani e il suo direttivo con Lucio Brusaferri e Annibale Anelli, Virginio Ferrari, Leila Bernabè e Adriana Pedrazzini.

Torresani: “Segno di gratitudine in questi mesi drammatici”

“Abbiamo voluto dare un segno concreto di gratitudine alla Croce Rossa facendoci interpreti dei sentimenti di tutta la comunità. – spiega Luisa Torresani – In questi mesi drammatici ogni operatore è stato, ancor più di quanto non lo sia in periodi di normalità, un testimone dei principi di umanitaà, volontarietà e universalità che definiscono, come si legge anche nello statuto della CRI, un esempio prezioso proprio perché hanno rischiato (e talvolta anche sacrificato) la loro vita per essere vicino al prossimo. Sono portatori della cultura dell’agire, sentono – quasi come fosse una vocazione – il bisogno di dare risposte precise ai bisogni dei vulnerabili”.

“Supporto prezioso alla vita della comunità”

“Oltre all’impegno dell’emergenza abbiamo voluto ricordare i tanti altri servizi che la Croce Rossa Italiana riesce ad erogare – continua Luisa Torresani – Non a caso è intervenuto anche il rappresentante del Telesoccorso, un progetto rivolto in particolare agli anziani e a chi è più fragile, che ci garantisce sicurezza in ogni momento della giornata, dentro e fuori casa”. “Questi mesi della pandemia – conclude la presidente di “50&Più”, hanno bloccato le nostre iniziative ma il nostro gruppo non vuole rinunciare ad un impegno concreto, ad una cittadinanza attiva. Anche questa donazione ne vuole essere una dimostrazione tangibile”.

Rispondi