Confcommercio: sostegno al progetto di un hub vaccinale in fiera per imprese e lavoratori

Dichiarazione di Andrea Badioni, in merito al polo per la vaccinazione dei lavoratori in Fiera

“Confcommercio sostiene il progetto di realizzare un centro vaccinazioni, coordinato da Asst e CCIAA, destinato alle imprese, in particolare quelle piccole e medie che non possono provvedere con un polo all’interno della propria struttura. È un tema per noi strategico ed auspichiamo che la proposta lanciata da Confindustria e che ha visto la disponibilità della Fiera (che ha tra i propri soci anche alcune Associazioni economiche tra cui proprio la nostra) trovi una rapida applicazione. Siamo convinti che, anche dal punto di vista dell’economia, i vaccini siano l’unico modo per uscire da questa pandemia che, in tutta Italia, ha già lasciato sul terreno oltre 300 mila imprese, moltissime proprio nel nostro comparto. Ogni ritardo o incertezza non è più sopportabile, proprio perché allontana la ripartenza. Per questo, come Confcommercio, direttamente e attraverso la Fiera siamo pronti a fare la nostra parte. Quello della sicurezza è un tema strategico e a noi particolarmente caro. E’ opportuno ricordare che le imprese del terziario sono sempre state in prima linea assumendosi la responsabilità di offrire servizi essenziali per i cittadini ed esponendosi al rischio anche nei momenti più acuti dell’emergenza. Per noi resta una priorità. E auspichiamo che, non solo il Fiera, ma anche la stessa Camera, convochi – in tempi ristrettissimi – le associazioni di Categoria per meglio definire il piano. Un unico polo è davvero l’unica via per procedere senza indugi e per poter gestire la natura estremamente diversificata e complessa del sistema economico. Noi, come Confcommercio, ci siamo, ben convinti che quella che andremo a percorrere sia l’unica via non solo per salvare vite umane ma anche per permettere alle imprese di non soccombere alla pandemia”.

Rispondi