Condividi l'articolo

Viva soddisfazione in casa Confcommercio Provincia di Cremona a seguito della pubblicazione della graduatoria del Fondo FOR.TE, il  più importante fondo paritetico per la formazione continua dei dipendenti delle aziende che operano nel settore terziario: commercio, turismo, servizi, logistica, spedizioni e trasporto.

La conferma arriva dal direttore generale di Confcommercio Provincia di Cremona ,Stefano Anceschi, che spiega: “Abbiamo presentato 4 piani territoriali e, rispetto alla graduatoria dei 40 piani finanziati: uno è arrivato primo, due sono arrivati al secondo posto e uno è arrivato quinto. Questi piani territoriali coinvolgeranno molte aziende del comparto Commercio-Turismo-Servizi e Logistica della nostra provincia, che beneficeranno del supporto dei fondi ottenuti per svolgere formazione gratuita”.

Per quanto riguarda i singoli piani aziendali, le aziende associate a  Confcommercio Provincia di Cremona che hanno partecipato al bando si sono aggiudicate il primo posto, il quinto posto, il sesto posto e l’undicesimo posto, su un totale di 33 piani finanziati : “Crediamo molto nella formazione come leva per aiutare i nostri associati a competere sul mercato e non possiamo che provare soddisfazione – commenta il presidente Andrea Badioni- nell’essere parte dello sviluppo di questi progetti”.

Il Fondo For.te rappresenta una grande opportunità per le aziende del territorio.

Lo staff del ristorante “La Crepa”

Lo conferma Federico Malinverno del ristorante La Crepa di Isola Dovarese: “Formare è informare. Informare significa dimostrare che al talento e al bisogno serve aggiungere impegno, fatica, esperienza e ambizione. Un mix vincente capace di far crescere e sviluppare il proprio sentito. La formazione in quanto tale non è mai un momento ma un processo, cognitivo e personale, in grado di trasformare il vissuto in qualcosa di nuovo. Merito e soddisfazione viaggiano di pari passo. Grazie al Fondo For.te sono riuscito a fare tutta la formazione per il personale gratuitamente. La formazione non è un costo, ma è un investimento per chi, come me, vuole dare valore al proprio personale”.

Al Fondo For.Te possono accedere imprese di tutto il comparto del terziario al commercio, al turismo, passando per servizi, logistica e trasporti. “Da quando siamo entrati nel circuito di For.Te- spiegano i rappresentanti di Visacar, società attiva a Cremona nella vendita di ricambi e automezzi usati- abbiamo abbattuto tutti i costi relativi alla formazione , svolgendo i corsi direttamente presso la nostra azienda ,in modo totalmente gratuito. Ci riteniamo molto soddisfatti del servizio offerto. Dal momento della richiesta dell’attivazione del corso al momento dell’erogazione effettiva, i tempi sono molto brevi.”

Cos’è il Fondo For.te?

Il Fondo For.Te promuove e finanzia piani e progetti formativi aziendali, pluriaziendali, territoriali, settoriali e individuali. For.Te. è il più importante tra i Fondi interprofessionali per la formazione continua, per numero di aziende che lo hanno scelto. E’ rappresentativo dei diversi settori economici e del tessuto imprenditoriale italiano e l’elevata capacità progettuale della rete Confcommercio Lombardia ha consentito alla associazione di  aggiudicarsi un importo complessivo pari a 4,2 mln di euro a fronte di uno stanziamento totale di 7,9 mln di euro per il territorio regionale. A livello nazionale l’associazione ha occupato le prime 13 posizioni della graduatoria.

 

Archivio

Commenti

Altre notizie

 

  • Vedere la Musica: evento gratuito

    Si terrà il prossimo Martedì 21 maggio alle ore 18, VEDERE LA MUSICA, l'evento gratuito promosso da Impresa

  • Crema Fiori e Sapori

    Torna Crema Fiori e Sapori Edizione Primavera

    Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna Crema Fiori e Sapori Edizione Primavera. Sabato 11 e Domenica 12 Maggio,

  • Grafica Fondo Forte

    Pubblicati i nuovi bandi per la formazione gratuita dei dipendenti

    "Sono stati pubblicati i nuovi bandi per la formazione gratuita dei dipendenti attraverso il fondo FOR.TE" Ad annunciarlo